giovedì 26 maggio 2011

Alla mia età

Molto confidenziale nella scala delle
tue preferenze che gradino occupa

Ogni giorno una conquista nuova

Mi sto sparando la canzone che in un
momento d’imperdonabile debolezza
mi hai dedicato e ti detesto ogni
singola nota un po’ di più

Sei la stella solo lo volessi che potrebbe
rischiarare il buio della mia esistenza

Devastante alla mia età dopo tutte
le macerie provocate avere il cuore
a pezzi per una donna che non
vuole accorgersi di me

Per tutte le afflizioni provocate
consapevole mai astenuto nel
perpetuarle
è il giusto contrappasso
che devo pagare

Sopporto di persona per la prima
volta nella mia vita essere come
un campo di battaglia
sconquassato

La causa sei tu ti ostini
a non riconoscere
bandiera bianca

Non astenerti scrivimi anche
solo per suggellare il tuo
disprezzo è preferibile
al tuo astioso silenzio

Carlo Sani

1 commento:

  1. E qui ... occorre ripetere ... non sempre si può vincere!

    RispondiElimina